Le soft skills indispensabili per trovare un lavoro oggi

By: Paolo0 comments

Condividi questo articolo!

Spesso si sente dire che nel mondo del lavoro di oggi le capacità acquisite mediante un percorso di studio tradizionale non bastano più. Ma come… cosa serve allora per fare la differenza ad un colloquio ed ottenere il posto di lavoro che desideriamo? Mai sentito parlare delle soft skills?

Ma andiamo con ordine, per aumentare le proprie possibilità di ottenere un lavoro oggi bisogna padroneggiare la capacità di combinare le conoscenze tecniche e teoriche ad altre abilità trasversali. E stiamo parlando proprio delle proprio di quelle abilità meglio note come soft skills… e in questo articolo ne parleremo diffusamente!
Le soft skills, chiamate anche competenze sociali, emotive e cognitive, sono abilità che non sono acquisibili sui libri, ma possono essere sviluppate ed allenate attraverso percorsi di formazione specifici ed attraverso l’esperienza sul campo. Quali sono dunque le soft skills indispensabili per trovare un lavoro?

 

La classifica delle soft skills indispensabili oggi

Il World Economic Forum ha presentato una classifica dettagliata delle 10 soft skills che sono state più importanti nel mercato del lavoro globale 2018. Ecco allora la classifica delle soft skills più richieste ai lavoratori nel 2018!

10° posto

All’ultima posizione c’è Coordination and time management, cioè la capacità di coordinarsi con gli altri e capacità di gestire il tempo.

9° posto

Di rilievo la Leadership and social influence, cioè la capacità di guidare un team, coordinare il lavoro ed essere socialmente influenti.

8° posto

Reasoning, problem solving and ideation occupano invece l’ottavo posto della classifica. Queste sono le capacità generali di approcciarsi ai normali problemi giornalieri non complessi con il ragionamento e nuove idee.

7° posto

L’intelligenza emotiva (Emotional Intelligence), al settimo posto, è la capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole emozioni proprie e di chi ci sta intorno.

6° posto

Al sesto posto delle soft skills più richieste c’è poi la Attenzione al dettaglio e l’affidabilità (Attention to detail and trustworthiness)… e come farebbe infatti un datore di lavoro a non fidarsi dei propri collaboratori?

5° posto

Al quinto posto troviamo la creatività, l’originalità e lo spirito di iniziativa (Creativity, originality and initative). Benché spesso sottovalutate, queste sono abilità che permettono al lavoratore di approcciarsi a un problema “pensando fuori dagli schemi” e ricercando soluzioni a cui nessuno aveva pensato, promuovendo efficacemente proprie iniziative e senza il bisogno di ricevere continuamente stimoli dai propri superiori.

4° posto

L’Active learning (apprendimento attivo) è la capacità di apprendere in un ambiente formativo in cui coloro che apprendono sono direttamente coinvolti nel processo di insegnamento. Cioè è possibile grazie alla partecipazione attiva o alla sperimentazione, in contrapposizione all’apprendimento passivo. Un esempio di apprendimento passivo è una lezione in cui il docente spiega e gli studenti ascoltano; un esempio di apprendimento attivo è una lezione in cui il docente pone continuamente domande agli studenti oppure dove gli studenti sono tenuti a compiere lavori di gruppo.

 

E i primi tre posti sul podio?

Se vuoi scoprire di più sulle soft skills e la descrizione completa delle prime 3 soft skills più richieste dalle aziende nel 2018…allora non devi fare altro che scaricare gratuitamente l’EbookL’evoluzione delle competenze nel mercato del lavoro del futuro”, estratto del libro Dall’Università al Lavoro 2, e messo a disposizione per gli studenti da Talents Venture!

Puoi scaricarlo subito e gratuitamente qui: https://www.talentsventure.com/dual2/

Inoltre, noi di Talents Venture organizzamo, con il supporto di enti ed aziende, eventi particolarmente pensati per aiutare i ragazzi a sviluppare le soft skills, scoprili qui.

 

Condividi questo articolo!

Related post

Leave A Comment