Studiare fuori sede: dove trasferirsi per studiare?

By: Leila0 comments

Condividi questo articolo!

Nelle università italiane il fenomeno degli studenti che vanno a studiare fuori sede è ampiamente conosciuto: ma dove trasferirsi per studiare? Quali sono le regioni più scelte dagli studenti italiani?

A tal proposito, l’Osservatorio Talents Venture ha realizzato uno studio Il fenomeno degli studenti fuori sede con la preziosa collaborazione di Carlo Valdes, Advisor Talents Venture e Junior Economist presso l’Osservatorio Conti Pubblici Italiani di Carlo Cottarelli.

 

Lo studio risponderà a 3 principali quesiti sul tema degli studenti fuori sede:

  • Qual è la percentuale degli studenti universitari fuori sede in Italia?
  • Quali sono le regioni italiane che accolgono più studenti fuori sede?
  • Ci sono differenze in termini di tasso di occupazione tra i laureati negli atenei del Sud e Isole rispetto ai colleghi del Nord?

 

Studiare fuori sede in Italia: i dati

Crescono gli studenti che vanno a studiare fuori sede: il 27,4% degli studenti universitari italiani frequenta un corso di laurea in una regione diversa da quella della residenza.

Parlando, invece, del fattore geografico assistiamo alla polarizzazione del talento: Lombardia (19%), Lazio (15%) ed Emilia Romagna (17%) accolgono da sole il 50% degli studenti universitari che decidono di cambiare regione per studiare.

 

Parlando di tasso di occupazione..

Ad un anno dalla laurea magistrale, gli studenti laureati negli atenei del Sud ed Isole presentano un tasso di occupazione e una retribuzione più bassa rispetto a quelli delle università del Nord… ma c’è un’eccezione.

Vuoi scoprire quale? Trovi lo studio completo qui Il fenomeno degli studenti fuori sede.

Related post

Leave A Comment