Le 5 competenze comunicative più richieste

By: Paolo0 comments

Condividi questo articolo!

Cosa sono le competenze comunicative?

Se stai leggendo questo testo anche tu molto probabilmente stavi compilando il tuo cv e arrivando alla voce competenze comunicative hai sbarrato gli occhi e hai pensato “e ora cosa scrivo?” . Non preoccuparti perché è capitato a tutti e perché questo articolo chiarirà i tuoi dubbi. Partiamo spiegando cosa sono le competenze comunicative. Sono delle abilità che fanno parte delle soft skills (ne abbiamo parlato nel nostro libro): competenze trasversali sono essenziali indipendentemente dal lavoro che si svolge. Con il termine comunicative, però, non si intende solo la capacità nel saper parlare, ma anche saper scrivere ed esprimersi al fine di essere persuasivi, sia nel parlato che nello scritto.

“Una persona è dotata di competenza comunicativa quando è capace di scegliere quando parlare, quando tacere, riguardo a che cosa parlare, a chi, dove e in che modo” cit. Dell Hymes

 

L’importanza delle competenze comunicative

Inserire le capacità comunicative nel proprio cv è fondamentale poiché, come detto in precedenza, fanno parte delle soft skills che sono ormai essenziali in un curriculum. Oltre a questo, però, sono molto importanti perché possono essere utili in qualsiasi occasione: dalle trattative di un affare ad una semplice presentazione per mostrare i risultati del tuo lavoro al tuo superiore.  Perciò è di vitale importanza imparare a comunicare in modo chiaro ed efficace. Le competenze comunicative, quindi, sono un biglietto da visita sempre gradito dalle aziende perché servono a capire come ti rapporti con gli altri, elemento alla base di tutti i giorni in tutti i luoghi.

 

Le migliori 5 competenze comunicative secondo Wikijob

Ogni anno Wikijob, principale comunità di laureati nel settore finanziario del Regno Unito, stila una lista delle più importanti competenze divise per categorie. Le migliori 5 abilità comunicative sono:

  • Intelligenza emotiva, la capacità di gestire le proprie emozioni al fine di comunicare al meglio, evitare lo stress ed entrare in empatia con gli altri;
  • coesione e chiarezza, saper comunicare in modo conciso e senza troppi giri di parole;
  • cordialità, usare un tono di voce amichevole declinato a seconda se stai parlando col tuo capo o con i tuoi colleghi;
  • fiducia, dai fiducia e riceverai fiducia 😊;
  • empatia, ascolta e rispetta le idee dei tuoi colleghi.

 

Le migliori 5 competenze comunicative secondo il WEF

Anche il World Economic Forum annualmente studia le competenze principali che un lavoratore deve avere. Oltre all’intelligenza emotiva e alla fiducia, menzionate precedentemente, relativamente alle competenze comunicative abbiamo:

  • pensiero analitico e innovativo, la capacità di analizzare e pensare in modo innovativo;
  • pensiero critico, l’abilità nell’analizzare un tema e fare un pensiero critico sullo stesso;
  • leadership e social media influence; la capacità di essere leader e di saper influenzare le altre persone sui social media.

Infine, secondo il World Economic Forum entro il 2025 la metà dei lavoratori dipendenti dovrà riqualificarsi data la continua e rapida evoluzione tecnologica. Fondamentali saranno le competenze digitali di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Se hai una voglia irrefrenabile di iniziare a sviluppare le competenze comunicative iscriviti al Talent Network: un programma completamente gratuito per aiutarti ad entrare nel mondo del mercato del lavoro attraverso eventi esclusivi con imprese.

Related post

Leave A Comment