Scegliere un corso di laurea… Guardando le giuste variabili!

By: Paolo0 comments

Condividi questo articolo!

Scegliere un corso di laurea… Guardando le giuste variabili!

Tornando alla nostra rubrica University Insider… oggi parliamo di “ma come si fa a scegliere un corso di laurea?”
Se anche voi vi state ponendo questa domanda, la risposta è solo una… Tenendo conto delle giuste variabili! Ma quali variabili tenere in considerazione per una scelta come quella di corso di laurea? Non disperare, la buona notizia è che le abbiamo raccolte e organizzate qui per te!

Anzi.. abbiamo fatto molto di più! Non solo abbiamo organizzato per te tutte le variabili più significative per scegliere l’università, ma abbiamo trovato per te tutti i relativi dati… per ogni indirizzo di laurea!

Sembra fantastico vero? Invece è proprio così, ma andiamo con ordine e, prima di tuffarci a capofitto rispondere alla domanda “come scegliere un corso di laurea”, passiamo a vedere quali sono le variali per ponderare bene questa scelta, selezionate per te da Talents Venture:

  • Il Numero di laureati, abbiamo indicato per il numero di ragazzi che nel 2017 ha conseguito una Laurea Triennale, Magistrale o Magistrale a Ciclo Unico. Il dato riportato è stato rielaborato partendo dalla base presente nella banca dati di MIUR.
  • La variabile Entrate, indica il numero di posti di lavoro che le imprese private con dipendenti prevedevano di offrire ai laureati nel 2018. In altre parole, citando il sistema informativo Excelsior, le entrate “corrispondono ai rapporti di lavoro che le imprese e le istituzioni private – se iscritte al Registro imprese e in quanto tali oggetto della rilevazione Excelsior – prevedono di attivare nel corso del periodo di riferimento. Esse comprendono anche i movimenti di breve durata, se pur superiori a 20 giorni lavorativi (cui corrispondono altrettante uscite nel periodo di riferimento), quelli in sostituzione di uscite per scadenza di contratto o dimissioni e più in generale tutti i movimenti derivanti dalla mobilità intersettoriale e interaziendale.” Per semplicità espositiva, nei paragrafi successivi il termine “posti di lavoro” sarà utilizzato come sinonimo di “entrate”. Nel scegliere un corso di laurea, va tenuto conto delle opportunità lavorative!
  • L’Indice di Competitività dei Laureati “ICL” (Graduate Competitive Index “GCI”), fornisce in modo intuitivo il rapporto tra il numero di laureati e le posizioni lavorative a disposizione. Può essere letto in due modi. In accezione positiva – se i laureati sono inferiori al numero delle entrate previste – come numero di posti di lavoro a disposizione per ogni laureato. In accezione negativa – se i laureati sono superiori al numero delle entrate previste – come numero di laureati che competono per uno stesso posto di lavoro. Quando il dato è presentato in accezione di posti di lavoro a disposizione per ogni laureato, nella tabella il numero sarà affiancato dal simbolo (+); al contrario quando si indicheranno i laureati in competizione per ogni entrata prevista ci sarà il simbolo (-). Il dato è frutto di una rielaborazione degli autori su dati MIUR e Unioncamere – ANPAL e serve a valutare, in termini relativi, la capacità di assorbimento di ogni tipologia di laureato nel mondo del lavoro. Nel scegliere un corso di laurea, va tenuto non solo conto delle opportunità lavorative, ma vanno comparate al numero di laureati!
  • Il Tasso di Occupazione riporta il tasso di occupazione medio ad un anno dalla laurea per i laureati triennali (indicato con la sigla Tri), magistrali (indicato con la sigla Mag) e magistrali a ciclo unico (indicato con la sigla MagUn) di quel gruppo universitario. Il dato riportato è stato rielaborato partendo dalla base presente nella XX Indagine (2018) sulla Condizione occupazionale dei Laureati, condotta da Almalaurea.
  • La Durata riporta il tempo medio (in anni) necessario per completare un percorso di studi triennale (indicato con la sigla Tri), magistrale (indicato con la sigla Mag) e magistrale a ciclo unico (indicato con la sigla MagUn) di quel gruppo universitario. Il dato riportato è stato rielaborato partendo dalla base presente nella XX Indagine (2018) sul Profilo dei Laureati 2017, condotta da Almalaurea.
  • Gli Iscritti Magistrale indica la percentuale di laureati che dichiara di aver proseguito i propri studi dopo la laurea triennale, iscrivendosi ad un corso di laurea Magistrale. Il dato riportato è stato rielaborato partendo dalla base presente nella XX Indagine (2018) sulla Condizione occupazionale dei Laureati, condotta da Almalaurea. Sapere quanti studenti, per un determinato percorso di laurea, frequentano una laura magistrale, è un dato molto importante da tenere in considerazione per scegliere un corso di laurea!
  • La variabile Contratti a tempo indeterminato indica la percentuale di assunzioni a tempo indeterminato sul totale delle entrate previste, per i laureati senza esperienza specifica. Questa variabile è molto utile per comprendere in che misura i contratti stipulati dai laureati possono garantire un lavoro stabile.
  • Il Settore riporta il settore economico con il maggior numero di entrate previste di laureati senza esperienza specifica. Questa informazione è utile per capire in quale settore vi è la maggior richiesta di laureati prevista.
  • La variabile Regione indica la Regione italiana con il maggior numero di entrate previste di laureati senza esperienza specifica.
  • La Professione indica la professione maggiormente svolta da tutti i laureati di quel particolare gruppo universitario.
  • La variabile Competenze Digitali individua il grado di competenza richiesto al laureato per l’utilizzo di tecnologie internet, applicativi software e strumenti di comunicazione visiva e multimediale. Questa indica il numero di entrate, rispetto al totale, per cui sono richieste delle Competenze Digitali elevate. In altre parole, ad esempio, un valore del 20% significherà che per due entrate previste ogni dieci le Competenze Digitali richieste sono elevate.

 

Dove non specificato diversamente, i dati presentati si riferiscono ai numeri riportati dal “Sistema Informativo Excelsior, 2018” e nel dettaglio a tutte le entrate di laureati assorbite dalle imprese nel 2018 per cui l’età richiesta fosse non rilevante o minore di 29 anni. Abbiamo deciso di utilizzare questo ulteriore filtro al fine di adattare al massimo la nostra analisi sui profili dei giovani laureati. Per alcune variabili, dove specificato, si sono inoltre considerate soltanto le entrate per cui non veniva richiesta alcuna esperienza specifica o pregressa.
Notate che nella costruzione del database, Unioncamere ed ANPAL non tengono in considerazione, dal punto di vista degli sbocchi occupazionali, i settori dell’agricoltura, della pubblica amministrazione e delle forme di lavoro autonomo. Inoltre, i laureati non vengono distinti per corso di laurea Triennale, Magistrale o Magistrale a Ciclo Unico.
Gli articoli e le tabelle riportate sono state costruite rielaborando i dati provenienti dalle seguenti banche dati: Almalaurea Excelsior MIUR

 

Bellissime tutte queste variabili… ma dove trovo tutti questi dati riferiti al mio corso di laurea?

Trovi un articolo, specifico per ogni corso di laurea, sul nostro blog! Ecco la lista completa aggiornata finora:

  1. Architettura

 

Dove posso trovare più informazioni su tutti gli indirizzi di laurea in Italia?

Vuoi scoprire tutte le informazioni su tutti gli indirizzi di laurea, sulle professioni del presente e del futuro e le competenze di cui sono alla ricerca le aziende?

Trovi tutto quello che stai cercando in Dall’Università al Lavoro 2”! Questa è la nostra guida all’università che, tenendo in considerazione le esigenze presenti e future del mercato del lavoro, ti mostra come sfruttare le potenzialità dell’istruzione universitaria… e puoi anche scaricarne un capitolo gratuitamente qui!

Condividi questo articolo!

Related post

Leave A Comment